Imagery nel golf - iorespiro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esercizio fisico
 

VISUALIZZAZIONE E GOLF


Ciò che vedi è ciò che ottieni


parliamo di IMAGERY nel golf insieme a Camilla Dettori,Master Psicosport,
Mental Game Coaching Pro Certificata, Giocatrice Nazionale e
Accompagnatrice-Capitana Nazionale Italiana Golf!






L’imagery è uno strumento potentissimo in grado di attivare zone del cervello che sono preposte sia al controllo delle emozioni che a quello motorio.

Si è visto, attraverso la risonanza magnetica funzionale, che quando uno sportivo infortunato richiama mentalmente il gesto atletico come se lo stesse compiendo, attiva la corteccia motoria in modo simile a quello rilevato durante il movimento reale.

L’imagery è tanto più efficace quanto più la scena rievocata è vivida e piena di dettagli e si riescono a coinvolgere tutti i canali sensoriali.
E’ importante procedere per gradi nella elaborazione delle immagini e delle situazioni richiamate, in modo che il giocatore possa coinvolgersi completamente ed abbia la consapevolezza piena di essere veramente lui a compiere quelle azioni.

Quando usare l’Imagery nel golf:

Tecnica dello swing: utilizzando il supporto di video e percezioni cinestetiche si lavora sull’acquisizione di modifiche nella posizione del corpo o traiettorie su cui si muove il bastone

Routine Pre colpo: per visualizzare nitidamente l’obiettivo, l’allineamento del corpo, il ritmo, la traiettoria di volo o di rotolo della palla.

Strategie di gioco: vengono immaginate situazioni di gioco di colpi particolari o di buche particolari e viene associato uno stato d’animo di efficacia e competenza

Gestione di situazioni stressanti: il giocatore rivive quelle situazioni che hanno generato emozioni negative in una nuova prospettiva, vedendosi mettere in atto quelle strategie che ha trovato per affrontarle in maniera soddisfacente.

Superamento di convinzioni limitanti: attraverso la loro riformulazione e il coinvolgimento profondo nel vedersi capaci di mettere in atto  i comportamenti desiderati

Superamento di barriere di gioco: si affrontano e si rivedono quelle generalizzazioni che si sono consolidate e che limitano il miglioramento della performance ad esempio: se c’è un laghetto ci finirò dentro

Recupero da infortunio:  per la gestione del dolore, per il recupero della funzionalità della parte lesa, l’allenamento del gesto atletico, la padronanza e la fiducia nel recupero dell’attività su campo


Come usare l’Imagery per il golf:

>Trovare un posto comodo per sedersi o sdraiarsi

>Passare in rassegna i vari distretti del proprio corpo sentendoli rilassati e pesanti

>Iniziare una respirazione profonda e ritmata ad esempio contando:
1,2,3,4  (inspiro)
5,6,7,8,9,10  (espiro)

mettere una mano sulla pancia ed una sul petto e prendere consapevolezza della differenza del respiro:
quando solo la mano del petto si alza all’inspiro e si abbassa all’espiro
quando solo la mano della pancia si alza all’inspiro e si abbassa all’espiro

>In questa condizione di tranquillità e di interiorizzazione si affronta una imagery mirata all’ottenimento di uno degli obiettivi  discussi sopra.

>Si mette a punto una sequenza di frasi che vengono scandite dal coach o registrate dal giocatore con la sua voce richiamando stati d’animo positivi e sensazioni di vissuto in prima persona o visto accadere come in un film.

Imagery durante il gioco:

Ecco di seguito gli strumenti per usare l’Imagery in campo, tipicamente per la routine pre-shot:

• respirazione ritmata nella fase di valutazione di un colpo
• visualizzazione  per interiorizzare l’obiettivo che nel golf non viene visto durante l’esecuzione del gesto
• respirazione per dare ritmo e potenza


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu